fasi estive, le mie

sono sicura che molti di voi sono felicissimi per la questione è estate, tutti al mare, divertiamoci, yahooooo dallo scoglio. infatti, è una vera meraviglia svegliarsi con un phon puntato in faccia, e andare a dormire con una zanzara grande quanto il porro di lemmy dei motorhead che ti canta la ninna nanna.

fase uno: autoconvincimento.
vabbè, ma non fa poi così caldo, o forse questo è solo un picco che dura circa otto mesi. posso farcela. alla fine, il caldo è uno stato mentale. basta stare fermi in stato vegetale per non sudare.

fase due: rassegnazione.
occhei, se non posso combatterlo mi unirò a lui. ora, suderò ad oltranza per fargli capire che non mi fa paura. però aspè, tengo un calo di pressione.. *la stiamo perdendo, la stiamo perdendo! portiamo ossigeno al cervello ragazzi! sissignore, ma non lo troviamo!*

fase tre: disfunzioni fisiologiche.
non riesco a dormire, il mondo è una grande palla gigante di caldo, sono tutti cattivi e non capisco perché ci sono fenomeni come le baby metal e il cane che somiglia a putin. ho fame, ma non so cosa mangiare, forse melone e patatine.

fase quattro: essere ameba oggi.
il mio tempo si divide così: metà del giorno bevo, l’altra metà sto nel cesso a fare pipì. il senso di frustrazione aumenta, e te la prendi con il tuo compagno.
*secondo te sono pesante? 
e perché non mi vuoi bene?
tu non capisciiiiiiiiiiiii!
non uscire dalla stanza, sto parlandooooo!
mi trovi chiatta?
io non dipendo da te! sono una donna indipendenteeeeee!
quale parte di ‘voglio le coccole’ non è chiara?
tengo caldo, però il condizionatore no!
non è vero che vai in cucina per bere, tu non mi vuoi bene!*

fase cinque: intuizioni improvvise.
non sono le piante che danno ossigeno, sono i peti di unicorno. ma essendo l’unicorno un essere invisibile, non è un fatto dimostrabile.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized and tagged , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to fasi estive, le mie

  1. vagoneidiota says:

    Fantastico.
    Dimmi un po’, dov’è che lo prendi?
    Dico, il caldo dove è che lo acquisti?
    Perché, se fa questo effetto, ne vorrei anche io una dose.
    Piena, umida, bastarda come solo agosto. Ma pure luglio.
    Senza climatizzatore, per carità.
    Sheila Ford – Share (Long Version)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s