apposto

anche quest’anno volge al termine, e sìtuttapposto è la risposta automatica alla domanda automatica “comestaituttobene?”.

sìtuttoapposto tranne quando.

l’anno scorso sono coraggiosamente entrata nei 30 con setto o otto attacchi di panico, che da vera cuor di leone ho affrontato con la tecnica dello struzzo. poi mi sono fatta capace, più o meno, quando ho smesso di dire: non a me, non sta capitando a me, non è vero.

ho aperto la partita iva, ed ho capito che è più facile fare la metanfetamina che una fattura.

ho preso due tartarughe che sono il ritratto dell’indifferenza, e nonostante questo, o proprio per questo, amo i loro occhi vitrei. e questo comporta inevitabilmente la seguente presa di coscienza: sei pazza.

mi sono rotta un braccio, e adesso la mattina sembro la controfigura corta e anemica di will smith in io sono leggenda, quando si sveglia la mattina e fa cricroc col braccio finto. colonna sonora: bobbemallei.

l’anno appena trascorso è stato come ricevere un panettone sulla cui scatola c’è scritto “con canditi”, e tu pensi “vabbè li levo e mi mangio il resto”.
e invece, dalla scatola, esce uno solo unico candito gigante che ride e ti insegue.

ma per non fare la uallera alle persone, dici sempre che dalla scatola è uscito un pandoro con la zuppa di latte in allegato. buon fatale a tutti.

Advertisements
This entry was posted in uallera, Uncategorized and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s